Bilanciamento del carico e clustering avanzati in Azure

PUBBLICATO DA Zevenet | 19 maggio, 2021

Il seguente articolo descrive come configurare servizi avanzati di bilanciamento del carico con ZEVENET Load Balancer per alta disponibilità nell'infrastruttura della macchina virtuale di Azure. Descriveremo la procedura per configurare un file ZEVENET Raggruppa e configura un profilo di bilanciamento del carico TCP per i servizi HTTP di bilanciamento del carico con una farm di server back-end. L'esempio proposto è lo stesso di Bilanciamento del carico avanzato e clustering nei servizi Web Amazon .

Questa volta, dimostreremo come potrebbe essere applicato in azzurro usando i servizi di Azure. Il diagramma seguente descrive l'architettura che vogliamo distribuire. Un bilanciamento del carico Web con ZEVENET Application Delivery Controller in Azure.

Ogni macchina ZEVENET ADC è configurata con un'interfaccia eth0 e ogni istanza viene assegnata a un IP pubblico, inoltre un IP pubblico aggiuntivo viene assegnato a un altro IP aggiuntivo tramite eth0 nell'istanza LB1 che verrà utilizzata per scopi di bilanciamento del carico, come descritto sotto:
LB1 è assegnato a 10.0.1.9 in eth0, si accederà a questa istanza direttamente dall'IP pubblico 40.117.239.182
LB2 è assegnato a 10.0.1.8 in eth0, si accederà a questa istanza direttamente dall'IP pubblico 137.135.92.30

Un IP aggiuntivo viene assegnato a LB1 e configurato nel bilanciamento del carico con il nome eth0: vip1 e IP 10.0.1.11, questo IP viene utilizzato per configurare qui un servizio di bilanciamento del carico ed essere parte del servizio cluster, quindi questo IP funzionerà solo in una delle istanze ZEVENET alla volta, che gestisce il ruolo ATTIVO nel cluster. Questo IP interno è assegnato a un IP pubblico 52.170.117.153, a cui accedono i client per connettersi al servizio Web pubblicato.

Infine, i backend sono istanze di macchine virtuali con server web basati su Linux, quelle istanze fanno parte del servizio di bilanciamento del carico in cui il client si connette quando richiesto http://52.170.117.153/ .

Per implementare l'architettura mostrata, distribuiremo due istanze di ZEVENET Load Balancer, disponibili nel marketplace di Azure. Basta fare clic su "crea una risorsa", nella home page del portale di Azure e cercare per prodotto ZEVENET Load Balancer.

È possibile configurare ogni parametro di bilanciamento del carico come qualsiasi altra macchina virtuale. A tal fine, è necessario considerare quanto segue:
Per le sue dimensioni, B1ls è sufficiente per i nostri scopi.
Per ogni macchina Balancer, verrà creata un'interfaccia di rete associata. Configura il suo IP pubblico, la rete privata e il gruppo di sicurezza nel modulo di creazione del bilanciatore. Tieni presente che questo IP pubblico sarà necessario per accedere alla sua GUI. Ogni rete virtuale è isolata dalle altre, quindi la rete virtuale selezionata deve essere la stessa in cui si trovano gli altri bilanciatori e backend.

ZEVENET utilizza la porta TCP 444 per scopi di gestione della GUI Web HTTPS e la porta TCP 22 in SSH per la gestione della riga di comando e per scopi di clustering. Inoltre, ogni porta virtuale utilizzata nei servizi virtuali di bilanciamento del carico dovrà essere inclusa nel gruppo di sicurezza. In questo caso, dobbiamo configurare la prossima regola in entrata per consentire il traffico in entrata sulla porta TCP 80 al fine di ottenere l'accesso ai nostri servizi HTTP di backend. Queste configurazioni di rete possono essere configurate in un gruppo di sicurezza di rete.

Una volta che le appliance virtuali ZEVENET sono state distribuite e gli stati dell'istanza mostrano la modalità Running, possiamo procedere alla configurazione della rete.

Dobbiamo configurare le interfacce di rete cliccandoci sopra direttamente dalla pagina precedente o cercandole nella home page. Fare clic su Configurazioni IP e assicurarsi di disporre di una configurazione che consenta il passaggio del traffico http.

Nel nodo attivo, abbiamo bisogno di due configurazioni Ip. Un IP pubblico associato solo a un IP privato (che verrà utilizzato a fini di gestione) e un IP pubblico cluster associato all'IP privato riservato ai nostri scopi di bilanciamento.

Dopo che gli IP pubblici sono stati configurati, i Load Balancer virtuali saranno accessibili come segue:
LB1 sarà accessibile tramite https:// 40.117.239.182:444 utente root e password l'id dell'istanza.
LB1 sarà accessibile tramite ssh in IP 40.117.239.182, questo viene configurato al momento della distribuzione della macchina virtuale.
LB2 sarà accessibile tramite https:// 137.135.92.30:444 utente root e password l'id dell'istanza.
LB2 sarà accessibile tramite ssh in IP 137.135.92.30, questo viene configurato al momento della distribuzione della macchina virtuale.

Se prendi in considerazione la modifica del nome host prima di continuare, riavvia l'istanza della macchina virtuale per applicare le modifiche.

Quando l'accesso alla GUI Web è stato eseguito correttamente, vedrai due valori importanti, il nome host e la chiave del certificato, entrambe le informazioni sono univoche per Load Balancer e sono correlate alla licenza di attivazione; utilizzare queste informazioni nel seguente URL come descritto: https://www.zevenet.com/activate-enterprise-edition-cloud-evaluation/.

Una volta compilato il form, il sistema invia automaticamente la licenza all'indirizzo email indicato. Per favore, carica la licenza di attivazione PEM ricevuta tramite la GUI web in ogni bilanciatore del carico. Una volta fatto, la GUI web è sbloccata e tutte le funzionalità sono totalmente abilitate e operative.
Eseguire la stessa procedura di attivazione in entrambi i nodi LB1 e LB2.

Ora siamo pronti per configurare il servizio ZEVENET Cluster, quindi vai al pannello web in LB1 tramite l'IP pubblico assegnato https://40.117.239.182:444sezione Sistema> Cluster per compilare il seguente modulo:

Credenziali di Azure:
          Utente: il nome utente di Azure.
          Password: la tua password Azure.

Configura cluster:
          IP locale: seleziona IP e NIC di eth0.
          IP remoto: inserisci qui l'IP di eth0 nel nodo LB2.
          Password nodo remoto che collaborano con noi, attingono direttamente dalla storia e dalla tradizione veneziana per poi Conferma password: inserisci qui la password di root per ssh nell'altro nodo, per impostazione predefinita l'ID istanza di LB2.

Fare clic su Generare e attendi qualche secondo mentre il nodo su cui esegui la configurazione prenderà il file ATTIVO ruolo (LB1) e l'altro (LB2) prenderà il PASSIVO ruolo.

A questo punto, ZEVENET Cluster è stato configurato in Azure ed è pronto per funzionare, quindi configuriamo il nostro primo servizio con bilanciamento del carico in cluster.
È assolutamente necessario inserire le credenziali di Azure su entrambi i nodi. Quindi vai al pannello web in LB2 anche tramite l'IP pubblico assegnato https:// 137.135.92.30:444 e compila anche le credenziali di Azure. È opportuno chiarire che queste credenziali utente non verranno memorizzate da nessuna parte, verranno utilizzate solo per creare un utente attivo diretto con autorizzazioni solo per modificare le interfacce di rete del cluster.

Configurazione di un semplice bilanciamento del carico L4 per i servizi Web

Una volta collegato al sito web LSLB> Fattorie> Crea fattoria con i seguenti parametri.

Prendi in considerazione l'IP virtuale utilizzato 10.0.1.11 è l'IP virtuale precedentemente configurato e una risorsa del cluster che sarà raggiungibile sempre dal ATTIVO nodo. stampa Creare e continua. Configura la sezione Servizi come descritto:

Utilizza Persistenza IP con timeout di 60 secondi nel caso in cui sia necessario garantire che lo stesso IP client sarà connesso allo stesso backend per un certo periodo di tempo. Configura i controlli di integrità avanzati con FarmGuardian. Utilizzare check_tcp come semplice controllo di integrità per verificare che la porta di back-end TCP 80 sia aperta in ciascun back-end. Quindi, aggiungi gli IP interni del server back-end e la porta su cui sono in esecuzione i servizi Web reali.

Ora prova la connessione al IP pubblico http://52.170.117.153/ assegnato all'IP interno 10.0.1.11, la connessione passerà attraverso il servizio di bilanciamento del carico utilizzando eth0: VIP1 e inoltrato a uno dei backend disponibili.

Quindi, forza per cambiare il file ATTIVO ruolo nel cluster, ad esempio, riavvia il nodo con questo ruolo, l'altro prenderà il servizio virtuale e si connetterà nuovamente all'IP pubblico. Le connessioni client attuali e nuove verranno stabilite sullo stesso back-end ma questa volta tramite il nuovo ATTIVO nodo.

Goditi il ​​bilanciamento del carico avanzato e il clustering in Azure con ZEVENET!

Condividere su:

Documentazione sotto i termini della GNU Free Documentation License.

questo articolo è stato utile?

Articoli Correlati